Ricette dal Mondo

Pardulas: ricetta iglesiente di un dolce pasquale

Le Pardulas sono un dolce tipico sardo del periodo pasquale. Composto da un contenitore di pasta sfoglia “pizzicato” e un ripieno morbidissimo di ricotta aromatizzata.

Il termine “Pardulas” (possiamo tradurlo con “formaggelle”) viene utilizzato principalmente nel sud della Sardegna, mentre nel centro e nel nord vengono chiamate “Casadinas”. A seconda della zona sia il procedimento che la ricetta, cambiano.

La ricetta che ti propongo oggi è quella del Sulcis Iglesiente, con il ripieno morbidissimo e realizzato con la ricotta. Ringrazio la mia amica Letizia per la ricetta.

Un altro piatto veramente buonissimo, della tradizione culinaria sarda sono i Malloreddus, un primo originario sempre di questa zona.

Ingredienti per circa 30 Pardulas.

PER LA SFOGLIA
– 400 gr di farina 00
– 100 gr di strutto
– 1 uovo
– sale q.b.
– acqua q.b.
– un cucchiaino di zucchero

PER IL RIPIENO
– 1 kg di ricotta di pecora (o se preferisci ricotta vaccina)
– 3 uova
– 1 bustina di zafferano
– 5 cucchiai di zucchero
– ½ bustina di lievito per dolci
– 1 arancia grattugiata
– 1 limone grattugiato
– farina q.b.

IL PROCEDIMENTO

Preparazione della sfoglia
In un recipiente mettere la farina, creare una fontanella al centro e inserire, tutti insieme, il resto degli ingredienti.
Impastare il tutto fino a formare un panetto liscio e omogeneo. Coprire con la pellicola e lasciare riposare. Nel frattempo preparare il ripieno.

Preparazione del ripieno
Per prima cosa mettere a scolare la ricotta in modo da farle perdere la maggior parte dell’acqua, soprattutto se è fresca, appena fatta!

A questo punto, in un contenitore inserire insieme alla ricotta scolata, le uova, lo zafferano, lo zucchero, il lievito, la buccia dell’arancia e del limone e la farina. Mescolare molto bene, stando attenti soprattutto allo zafferano, in modo da amalgamarlo bene. È preferibile utilizzare le fruste elettriche.
Una volta pronto, inserirlo all’interno di una sach à poche.

In alternativa si può utilizzare semplicemente un cucchiaio.

Dato che sia la sfoglia che il ripieno sono pronti, si procede alla stesura e alla creazione di questi fantastici dolcetti sardi.

Stendere la sfoglia delle Pardulas a mano (oppure utilizzare una sfogliatrice), in modo da farla diventare molto sottile, all’incirca 1 mm.
Una volta stesa la pasta, ricavare dei dischetti di 8/10 cm.
Mettiamo al centro dei dischetti, indicativamente, un cucchiaio di ripieno appena preparato e procediamo col pizzicare i lembi della sfoglia (per circa 8 volte) in modo da creare un cestino. Procedere così fino a che la sfoglia e l’impasto non sono terminati.

Su una teglia, stendere un pezzo di carta forno e posizionare le Pardulas a circa 2-3 cm di distanza le une dalle altre (con la cottura si gonfieranno un po’).
In un forno ventilato, infornare a 150° per 30 minuti, o fino a che non diventeranno dorate.

Le teglie andranno inserite nello scompartimento centrale del forno e andranno invertite almeno una volta, per avere una cottura uniforme.

Una volta pronte, lasciar raffreddare, cospargere con zucchero a velo e servire le Pardulas sarde!

1,0 / 5
Grazie per aver votato!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *