Ovile Bertarelli: mangiare in un’antica Pinnetta!

ovile bertarelli

Il giorno del nostro arrivo a Baunei, la collega di Milena, ci ha parlato di diversi locali dove mangiare, uno di questi è stato l’Ovile Bertarelli, quindi, incuriositi, abbiamo prenotato il martedì per il giorno seguente.

ovile-bertarelliL’Ovile Bertarelli è un agriturismo nel comune di Baunei dove si mangia cibo sardo, con ingredienti di produzione propria. È inserito all’interno di un contesto tipico e naturale con centinaia di metri di valle che lo circonda. Sono presenti diversi recinti con differenti tipi di animali tra cui capretti, pecore e cavalli.

Per arrivare in questo agriturismo, da Baunei centro, ci vogliono circa 30 minuti.
Nota bene: se utilizzate il navigatore, vi condurrà solo fino alla fine della strada asfaltata, successivamente dovrete seguire i cartelli e percorre 7 km di strada dissestata. Percorretela ad agio perché in alcuni punti sono presenti delle buche che potrebbero causare danni alla macchina.

ovile-bertarelliUna volta arrivati e parcheggiati, abbiamo fatto un giro nel giardino circostante facendo amicizia con gli animali. L’Ovile Bertarelli è composto da un terrazzo coperto nel quale sono presenti dei tavoli per gli ospiti ma la vera chicca di questo posto sono le antiche Pinnettas, per chi non lo sapesse, sono le tipiche abitazioni dei pastori sardi e si possono trovare soprattutto nell’Ogliastra.

All’Ovile Bertarelli sono presenti 4 Pinnettas, risalenti a centinaia di anni fa:
la prima Pinnetta visitata è stata adibita a sala da pranzo/cena e abbiamo avuto la fortuna di avere il nostro tavolo, insieme a quello di un’altra coppia, proprio qui. In questa Pinnetta sono presenti ancora le finestre originali e appese alle pareti gli utensili utilizzati dai pastori dell’epoca.
A seguire, si entra nella seconda Pinnetta destinata all’esposizione delle fotografie della zona di Baunei, mentre proseguendo ancora si entra nella terza Pinnetta dove si stavano cucinando i maialetti.
Usciti in veranda, che dà sul giardino, abbiamo potuto ammirare i monti dell’Ogliastra che circondano tutto l’ovile. Proprio qua fuori, c’è la quarta e ultima Pinnetta lasciata esattamente com’era stata realizzata dai pastori dell’epoca. Sono presenti le panche che utilizzavano per sedersi, il lavandino, la dispensa e il cammino. Una casa a tutti gli effetti. Entrando qui, è proprio come fare un salto nel passato.
Abbiamo ammirato un po’ il panorama che ci circondava e poi ci siamo seduti al nostro tavolo.

Il menu dell’Ovile Bertarelli è fisso, ha un costo di 35€ a persona e comprende:
– antipasti: peperoni in agrodolce, olive, frittelle di zucchine, pizza fritta, tagliere di affettati (crudo, coppa e pancetta), pecorino e caprino fresco;
– primi piatti: culurgiones al ragù e gnocchetti freschi alla campidanese;
– secondo: maialetto arrosto;
– contorni: pomodori e insalata;
– dolce: sebadas;
– bevande: vino di proprietà e acqua;
– caffè e ammazzacaffè.
Su richiesta portano i culurgiones e i gnocchetti senza il formaggio. Tutti i prodotti sono a km 0 e forniti dall’Ovile Bertarelli.

Inutile dire quanto questa cena fosse ottima. La cosa che ho preferito sono stati i culurgiones, assaggiati tra l’altro per la prima volta, e posso dire con certezza che sono una bontà.

Mi raccomando prenotate prima e tenete presente che il cellulare lì non prende e non hanno il pos, quindi portate sempre del contante. Se per caso doveste dimenticarvi di prelevare, potrete sempre pagare il conto dell’agriturismo al Bar di Baunei Centro.

Cosa mi dite? Ascolterete il mio consiglio di mangiare all’Ovile Bertarelli? Credetemi, non ve ne pentirete.  😋

Fatemi sapere se avete provato questo tipo di cena o pranzo e se vi è piaciuto.
E ricordatevi di seguirmi su instagram, @tripandclick_ per scoprire altri posti buonissimi dove mangiare.

Nel frattempo vi auguro buon appetito!